7 Migliori Auricolari con Filo – I 7 Migliori Auricolari Con Filo Per Un Audio Al Top (Estate 2022)

Una guida di migliori auricolari con filo che garantiscono ottima qualità di suono!
Da
recensito da
Recensito da
Ultimo aggiornamentoUltimo aggiornamento: Luglio 25, 2022
Casamoree è supportato dal lettore. Possiamo guadagnare una commissione attraverso i prodotti acquistati utilizzando i link in questa pagina. Scopri di più sul nostro processo qui

Diciamolo chiaramente gli auricolari con filo sono davvero fuori moda… Ma non è così! Non lasciatevi prendere dalla moda del momento. Ci sono cuffiette cablate che offrono ottime prestazioni, meglio di quelle senza filo.

Nel test di oggi proveremo 7 modelli tra i migliori auricolari con filo sul mercato. Alcuni garantiscono ottime prestazioni, ma secondo la nostra opinione il modello che merita più attenzione è Sennheiser IE 300.  Ha davvero le caratteristiche migliori tra cui la qualità di audio e la qualità di microfono, sensibiltà e forma. Il modello è più avanzato che può soddisfare tutte le necessità per sempre essere connesso con la famiglia e con il mondo di musica.

Tabella

Top 7 Migliori Auricolari con Filo – Test 2022

1.

Sennheiser IE 300Il Meglio del Meglio

Features
  • Tipo di connettori: Wired
  • Forma cuffie: In-ear
  • Controllo del rumore: Isolamento acustico
  • Jack cuffie: 3,5 mm
  • Tipo di controllo: Nessuna

Cominciamo subito con i migliori auricolari con filo della sfida, un prodotto davvero costoso, ma con una qualità difficilmente spiegabile a parole. Parliamo delle Sennheiser IE 300, un modello proveniente da uno dei veri colossi dell’audio mondiale. Scegliere questo marchio vuol dire scendere raramente a compromessi. Il prezzo è solo la naturale conseguenza della qualità offerta. Un suono che è il risultato di componenti di prim’ordine e una progettazione accurata e attenta. Le mancanze che si possono trovare sono solo frutto di una scelta ragionata.

All’interno delle Sennheiser IE 300 troviamo una coppia di trasduttori XWB da 7mm in grado di riprodurre realmente tutta la gamma udibile. Le nostre prove d’ascolto non hanno dato scampo a alcuna incertezza. L’arco flessibile che passa dietro l’orecchio è secondo noi molto comodo, ma potrebbe non piacere a tutti. La dimensione maggiore degli auricolari è dovuta a una cassa di risonanza posteriore che migliora sensibilmente la qualità del suono. Dotate di jack cuffia 3,5 mm tradizionale, sono sprovviste di microfono.

Cosa ci è piaciuto:

  • Qualità sono su livelli decisamente superiori alla media, i migliori auricolari con filo per musica riservati ai veri intenditori;
  • Modello progettato con cura nei minimi dettagli, con la cassa di risonanza che fa tanta differenza;
  • Elegante custodia rigida per riporle durante i viaggi.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Ovviamente si parla di un prezzo fuori del comune, quindi non è esattamente alla portata di tutti;
  • Il posizionamento con arco posteriore potrebbe dare fastidio a qualcuno;
  • Comunque la mancanza del microfono impedisce di utilizzarle per fare delle telefonate.
2.

LUDOS NOVAMiglior Rapporto Qualità/Prezzo

Features
  • Tipo di connettori: Wired
  • Forma cuffie: In-ear
  • Controllo del rumore: Isolamento acustico
  • Jack cuffie: 3,5 mm
  • Tipo di controllo: Controllo delle chiamate

Proseguiamo con un prodotto che offre, a un prezzo decisamente ragionevole, tante caratteristiche davvero positive. I LUDOS NOVA sono sicuramente i migliori auricolari con filo per rapporto qualità prezzo. Abbiamo infatti apprezzato i tanti particolari davvero apprezzabili sia a livello di suono che a livello costruttivo e di dotazione. Ovviamente bisogna fare il conto del prezzo decisamente abbordabile, ma nel complesso è stato raggiunto un compromesso davvero notevole. Tanti lati positivi e pochi difetti.

Dal punto di vista della forma ricordano le cuffiette di un marchio decisamente blasonato, ma non sono le uniche sul mercato. A livello di suono possiamo dire che, in base al prezzo, il risultato è decisamente buono. Comodi i magneti posteriori per tenerle unite. Il cavo ricoperto in Naylon antigroviglio è un ottimo plus che previene da rotture, nel caso specifico molto frequenti. Dotate poi di gommini speciali per uso sportivo, davvero molto utili. Completa la confezione una custodia morbida di media qualità.

Cosa ci è piaciuto:

  • Suono di buona qualità, considerando il prezzo di acquisto. Nella media l’isolamento acustico;
  • Cavo antigroviglio è di grande comodità e rende gli auricolari molto durevoli;
  • I magneti posteriori e i gommini per uso sportivo rendono questi auricolari con filo davvero comodi per qualsiasi utilizzo.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Microfono per telefonate non all’altezza degli altri componenti. Non sempre l’interlocutore sente bene le nostre parole;
  • Custodia morbida non molto utile, serve più che altro per proteggere le cuffiette dalla polvere. Non adatta per proteggerle da eventuali danneggiamenti.
3.

JBL T110Scelta del Budget

Features
  • Tipo di connettori: Wired
  • Forma cuffie: In-ear
  • Controllo del rumore: Nessuna
  • Jack cuffie: 3,5 mm
  • Tipo di controllo: Nessuna

Passiamo adesso a un altro marchio che ancora oggi è un punto di riferimento nel mercato musicale. Le JBL T110 sono infatti tra i migliori auricolari con filo e microfono di questa rassegna. Il modello in esame è destinato a un pubblico che non vuole spendere cifre importanti, ma senza rinunciare troppo alla qualità del suono. Per il resto si tratta di cuffiette dalle forme molto spartane senza particolari soluzioni tecnologiche applicate. Ma in questa fascia di prezzo non bisogna aspettarsi troppo.

Le JBL T110 montano due driver da 9mm, dimensioni decisamente importanti che permettono una buona resa a livello di bassi. L’ormai consolidata modalità Pure Bass a nostro parere fa il suo lavoro in modo adeguato. Nella parte posteriore sono montati dei piccoli magneti. Le coppie di gommini sono tre e si adattano alla quasi totalità delle orecchie degli acquirenti. Il cavo è lungo 1,2m ed è piatto antigroviglio. È presente il microfono per effettuare le telefonate.

Cosa ci è piaciuto:

  • Passiamo adesso a un altro marchio che ancora oggi è un punto di riferimento nel mercato musicale. Le JBL T110 sono infatti tra i migliori auricolari con filo e microfono di questa rassegna. Il modello in esame è destinato a un pubblico che non vuole spendere cifre importanti, ma senza rinunciare troppo alla qualità del suono. Per il resto si tratta di cuffiette dalle forme molto spartane senza particolari soluzioni tecnologiche applicate. Ma in questa fascia di prezzo non bisogna aspettarsi troppo.
  • Le JBL T110 montano due driver da 9mm, dimensioni decisamente importanti che permettono una buona resa a livello di bassi. L’ormai consolidata modalità Pure Bass a nostro parere fa il suo lavoro in modo adeguato. Nella parte posteriore sono montati dei piccoli magneti. Le coppie di gommini sono tre e si adattano alla quasi totalità delle orecchie degli acquirenti. Il cavo è lungo 1,2m ed è piatto antigroviglio. È presente il microfono per effettuare le telefonate.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • La qualità costruttiva lascia qualche dubbio sulla loro solidità.
  • Il cavo piatto non appare solido come altri tipi di soluzioni antigroviglio.
  • Manca una custodia, che sia morbida o rigida per conservare al meglio gli auricolari.
4.

‎Ediguka ARABTPiù Universale

Features
  • Tipo di connettori: Wired
  • Forma cuffie: In-ear
  • Controllo del rumore: Isolamento acustico
  • Jack cuffie: 3,5 mm
  • Tipo di controllo: Controllo del volume

È il momento di parlare di quelli che si candidano come i migliori auricolari con filo economici. In effetti gli Ediguka ARABT hanno un prezzo difficilmente battibile per gli altri concorrenti in sfida. Questo ovviamente ha delle conseguenze sulla qualità complessiva del prodotto. Nell’insieme dobbiamo dire che si tratta di auricolari che valgono il loro prezzo. Possiamo catalogarle tra le classiche cuffiette “da battaglia” dalle quali non aspettarsi molto di più se non di funzionare in modo decente. Se state cercando degli auricolari con filo decenti e dal prezzo basso, queste potrebbero rappresentare la scelta giusta.

Dal punto di vista del design le Ediguka ARABT ricordano le forme di prodotti noti e molti costosi. I materiali di cui sono composti appaiono sicuramente economici. I driver montati restituiscono un suono un po’ troppo ovattato e non molto potente. Il cavo è ben protetto al suo interno e risulta probabilmente la parte migliore del prodotto. Sono presenti microfono e comandi per controllare il player dello smartphone.

Cosa ci è piaciuto:

  • Prezzo super conveniente per degli auricolari senza filo che comunque riescono a svolgere le loro funzioni;
  • Cavo che appare resistente anche se tende in parte ad annodarsi tenendo le cuffiette in tasca.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Qualità sonora appena sufficiente, d’altra parte il prezzo non consente niente di meglio su questo punto;
  • I materiali utilizzati risultano un po’ troppo fragili, non sembrano auricolari con filo nati per durare;
  • Non c’è alcuna custodia, dovrai trovare tu un contenitore per conservarle adeguatamente.
5.

Blukar K9203Bassi Potenti

Features
  • Tipo di connettori: Wired
  • Forma cuffie: In-ear
  • Controllo del rumore: Isolamento acustico
  • Jack cuffie: 3,5 mm
  • Tipo di controllo: Controllo del volume

Ci occupiamo ora di un modello di auricolari con filo che ci hanno colpito per il loro design davvero elegante, nonostante il prezzo. Le Blukar K9203 infatti presentano un look davvero gradevole che rende un piacere l’esperienza d’uso. A questo si uniscono prestazioni in alcune parti buone, in altre molto meno. Il prezzo al quale vengono proposte ci dice che qualche compromesso è stato fatto, ma in modo in genere abbastanza discreto. Da segnalare l’ottimo dotazione di accessori presenti nella confezione. Nel complesso le Blukar K9203 si rivelano un acquisto azzeccato in questa faccia di prezzo.

Dal punto di vista estetico si presentano in modo davvero positivo, sia come forme che come colori. Dal punto di vista del suono sono auricolari con filo decisamente più adatti all’ascolto della musica. La guaina in silicone è utile ma in realtà non offre una particolare protezione. Sono poi presenti 4 coppie di gommini tra i quali scegliere quelli della misura giusta per le tue orecchie. Presente nella confezione anche una custodia morbida.

Cosa ci è piaciuto:

  • Buona qualità sonora per l’ascolto della musica, con un livello dei bassi adeguato;
  • Ben 4 coppie di gommini che permettono di utilizzare questi auricolari con filo nella massima comodità;
  • Apprezzabile a questo prezzo la presenza nella confezione di una custodia morbida. Non sarà di tipo rigido, ma è comunque di buona fattura.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Non perfette per effettuare le telefonate. La voce dell’interlocutore non sempre è chiara, come anche il microfono è migliorabile;
  • Protezione del cavo non eccessivamente efficace, servivano materiali ben più robusti ed efficienti. Discreta protezione dai grovigli.
6.

PHILIPS TAA1105BK/00Design Elegante

Features
  • Tipo di connettori: Wired
  • Forma cuffie: In-ear
  • Controllo del rumore: Nessuna
  • Jack cuffie: 3,5 mm
  • Tipo di controllo: Controllo del rumore

Se invece cercate in questa sfida i migliori auricolari sport con filo forse siete arrivati al  prodotto più adatto. Inoltre si tratta di un modello realizzato da un altro dei più importanti brand del settore. Le PHILIPS TAA1105BK/00, con il loro disegno specifico, si rivolgono a un pubblico ben definito, quello degli sportivi. Allo stesso tempo è possibile utilizzarle anche per altre attività. Parliamo di cuffiette che vantano una buona resa sonora, ma non brillano per isolamento acustico. Per chi fa sport è importante sentire bene quello che accade intorno.

Questi auricolari con filo sono dotati di uno speciale archetto che circonda il padiglione uditivo. Questo sistema di aggancio impedisce cadute degli auricolari anche durante intense sessioni di sport. L’ampio driver di 15mm è necessario perché, non essendoci un vero e proprio isolamento, deve essere garantito un volume comunque adeguato. Presenti i classici controlli da utilizzare in abbinamento allo smartphone e il microfono. La protezione IPX2 difende le cuffie dal sudore.

Cosa ci è piaciuto:

  • Aggancio alle orecchie stabile, ideale per fare sport senza il rischio di perdere gli auricolari. Adatti anche per altre attività;
  • Volume ed efficacia dei bassi di buona qualità, per compensare la mancanza di isolamento;
  • Prestazioni adeguate anche quando devi fare delle telefonate. Voce dell’interlocutore comprensibile, microfono di qualità accettabile.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • L’archetto esterno non si adatta a tutti. Molto possono trovare questo sistema un po’ scomodo per lunghe sessioni di ascolto;
  • Il filo non risulta molto resistente e non a sistemi anti groviglio;
  • Manca una qualsiasi tipo di custodia per riporla al riparo dalla polvere.
7.

SAMSUNG 4260445774119Migliore per Samsung

Features
  • Tipo di connettori: Wired
  • Forma cuffie: In-ear
  • Controllo del rumore: Nessuna
  • Jack cuffie: 3,5 mm
  • Tipo di controllo: Controllo del volume

Per concludere la nostra sfida alla ricerca dei migliori auricolari con filo andiamo a provare i SAMSUNG 4260445774119. Sono cuffiette entry level da cui non bisogna aspettarci la massima qualità. Ovviamente Samsung è un marchio che ci ha da sempre abituato a prodotti di un certo livello. In alcuni casi però troviamo auricolari con filo come questi ad un prezzo davvero concorrenziale. La dotazione è quella minima necessaria, con l’unico obiettivo di un funzionamento sufficiente per chi vuole risparmiare.

Il design delle SAMSUNG 4260445774119 è decisamente minimale, con linee estremamente comuni tra i tanti modelli di auricolari con filo presenti in commercio. La qualità sonora ovviamente non può essere la stessa di altri modelli di punta del brand coreano. I cavi non rientrano tra quelli antigroviglio e non appaiono particolarmente resistenti all’uso e al trasporto. Non è presente alcuna custodia per riporla anche solo al riparo dalla polvere.

Cosa ci è piaciuto:

  • Auricolari con filo estremamente economici che comunque una qualità sonora decente. Non bisogna aspettarsi il suono dei migliori modelli Samsung;
  • Microfono di qualità sufficiente se pensiamo al prezzo. Puoi fare telefonate senza troppa difficoltà, buona qualità di comunicazione.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Qualità costruttiva abbastanza modesta, l’impressione è che la durata nel tempo non sia il suo pezzo forte;
  • Cavi senza alcuna protezione, il rischio che si annodino è sicuramente alto;
  • Vengono consegnate in una bustina di plastica trasparente, non proprio il massimo per un prodotto Samsung.

Cose da considerare

La scelta dei migliori auricolari con filo non è così automatica e non si riduce a poche considerazioni. Per le soluzioni economiche il prezzo è importante, ma sono oggetti che devono svolgere in ogni caso il loro compito. Per questo motivo è importante a cosa ti servono i tuoi nuovi auricolari con filo. La nostra guida ti spiega cosa cercare nelle varie situazioni di utilizzo.

Ciò che è importante?

Qui di seguito trovi nel dettaglio una serie di elementi fondamentali nella scelta dei migliori auricolari con filo per te. Ovviamente la qualità sonora ha la sua valenza, perché questo è il compito primario.

Poi devi anche valutare il tipo di aggancio che le cuffiette hanno alle orecchie. La presenza o meno di un microfono è importante, ma poi deve funzionare bene quando telefoni. La potenza delle cuffie e la chiarezza del suono dipende da alcuni parametri fondamentali.
Infine, visto che vengono usati spesso con gli smartphone, i comandi opzionali sono importanti. Analizziamo quindi ognuno di questi elementi.

Qualità di suono

Quando si parla della qualità del suono degli auricolari con filo ci viene in mente subito la differenza con quelle wireless. Le seconde hanno il vantaggio della comodità, le prime sono superiori quanto a suono, sempre a parità di modelli. Non bisogna però tener conto di un altro importante fattore. È chiaro che un prodotto come Sennheiser IE 300 possa vantare una qualità di ascolto superiore alla media. Allo stesso tempo possiamo imbatterci in situazioni in parte contraddittorie. È il caso dei Blukar K9203 che offrono buoni risultati con la musica, meno durante le telefonate. Su questo punto la risposta in frequenza conta moltissimo, ma ne parliamo tra poco.

Forma

Anche se può sembrare un dettaglio puramente estetico, i vari modelli si distinguono per forme diverse anche in base all’utilizzo. Ad esempio le JBL T110 tendono a isolare molto dai suoni esterni, grazie ai suoi gommini. Le PHILIPS TAA1105BK/00, che sono fatte per gli sportivi, devono invece garantire che i suoni dall’esterno siano in parte ben udibili. Inoltre il tipo di aggancio alle orecchie è altrettanto fondamentale. Il motivo è che non tutti hanno la stessa sensibilità e non si adattano ad ogni forma.

Presenza di un microfono

7 Migliori Auricolari con Filo – I 7 Migliori Auricolari Con Filo Per Un Audio Al Top (Estate 2022)

Se parlate tanto, e’ necessario scegliere un microfono di alta qualita’.

Gli auricolari con filo oppure wireless sono ormai in gran parte dotati di microfono. Questo perché vengono sempre più utilizzati per effettuare conversazioni telefoniche oppure videochiamate. Se quindi stai cercando un modello con questo accessorio devi capire se in effetti la conversazione è realmente possibile. In alcuni prodotti, soprattutto quelli a basso costo, non sempre una chiamata da risultati soddisfacenti. Non c’è niente di più frustrante di quando l’interlocutore non capisce quello che dici. Nei nostri test trovi alcune nostre impressioni sull’argomento.

Sensibilità

Questo parametro è davvero fondamentale per due motivi estremamente importanti e li spieghiamo tra poco.

Negli auricolari con filo e non la sensibilità indica il numero di decibel (dB) prodotti immettendo un segnale sonoro della potenza dii un milliwatt (mW)].

Più è alto questo valore e più forte sarà il volume che sentirai negli auricolari. Non solo un valore superiore porta a ottenere una migliore qualità generale del suono. In genere valori superiori agli 85 dB garantiscono  buone prestazioni. Poi ovviamente più la sensibilità è alta e meglio è.

Risposta di frequenza

Nella valutazione della qualità sonora degli auricolari per cuffie un parametro importante riguarda la risposta in frequenza. In pratica si va a misurare come un altoparlante riproduce tutte le frequenze udibili dall’uomo. Per convenzione viene esaminato tutto lo spettro che va dai 20 Hz ai 20 kHz. Ogni driver presente nei vari auricolari per cuffie ha i suoi punti di forza e quelli deboli. La migliore risposta in frequenza dei modelli esaminati è sicuramente quella dei Sennheiser IE 300. Per gli altri modelli, in particolare per le conversazioni telefoniche, la migliore gestione delle frequenze medie e medio-basse porta a un ascolto della voce dell’interlocutore più chiara.

Comandi disponibili

Con l’arrivo degli smartphone anche gli auricolari con filo hanno cambiato modalità di utilizzo. La comparsa di alcuni tasti è stata la conseguenza di poter comandare alcune funzione del nostro dispositivo mobile. Ovviamente le soluzioni wireless offrono la possibilità di gestire in modo più articolato le funzioni dello smartphone. Per quanto riguarda gli auricolari con filo si parla di rispondere a una telefonata e chiudere la conversazione e il controllo del player musicale. Di solito i tasti sono 3 e con alcune combinazioni gestiscono comunque un buon numero di operazioni.

Cosa sono gli auricolari in-ear?

Questo tipo di auricolari con filo e wireless si distinguono perché una parte di essi vene inserito all’interno del canale uditivo. Per questo motivo è davvero importante che questi apparecchi siano di qualità adeguata. Infatti il rischio è quello di produrre danni non sempre rimediabili alle orecchie. Per questo motivo vi sono in commercio degli speciali “tappi” che schermano determinate frequenze. In questo modo anche delle cuffiette scadenti non potranno danneggiare il tuo sistema uditivo.

FAQ

Quando vuoi scegliere le tue cuffie ti trovi di fronte a tre differenti opzioni. Due di queste sono le soluzioni in-ear e on-ear. Come abbiamo scritto poco fa le soluzioni in-ear prevedono l’inserimento di una parte di esse all’interno dell’orecchio. La soluzione on-ear sono una variante di minori dimensioni delle cuffie tradizionali, già chiamate over-ear. Le cuffie on-ear sono una via di mezzo in quanto si appoggiano sopra le orecchie senza coprirle. Il risultato è che non otterrai un perfetto isolamento acustico, ma guadagnerai in leggerezza e comodità.

La risposta è sì, sempre a con cuffie dello stesso livello. La comunicazione blutooth non è in grado di trasferire il segnale musicale allo stesso modo. Inoltre c’è da considerare che un segnale radio è sempre soggetto a interferenze di vario tipo. Il cavo offre una stabilità d’invio dati sicuramente superiore. In ogni caso puoi fare tu stesso una prova se haii delle cuffie wireless con opzione di collegamento via cavo. Ascoltando la stessa musica nei due modi la differenza appare evidente anche se non sei un audiofilo.

Il Nostro Verdetto

Al termine della nostra analisi possiamo annunciare che gli auricolari con filo vincitori della sfida sono i Sennheiser IE 300. La loro capacità di riprodurre la musica è davvero eccellente , grazie ai driver realizzati a regola d’arte. La progettazione di questo modello è frutto di uno studio acustico attento e le forme non sono affatto casuali. Secondi nella classifica dei migliori auricolari con filo sono i LUDOS NOVA. Parliamo di un prodotto completo sotto ogni punto di vista e che se la cava egregiamente in gran parte delle situazioni. Buona la dotazione a corredo. Al terzo posto troviamo infine le cuffie JBL T110. Si tratta di un prodotto quasi entry level del noto brand, che però riesce a ottenere prestazioni di rilievo, compatibilmente con i componenti utilizzati. Buone cuffie che si prestano a numerosi utilizzi a un prezzo concorrenziale.

References

1.
Tornano di moda i “vecchi” auricolari con il filo. Perché è tutta un’altra musica
Playgound. Celebrità e tiktokers depongono i modelli wireless: è facile perderli e suonano peggio.
2.
Udito, a rischio anche i giovani. Ma i nuovi senior si danno alla vita - la Repubblica
Secondo l'Oms nel mondo ci sono oltre 1,5 miliardi di persone che convivono con deficit da un orecchio o da entrambi.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.