5 Migliori Monitor 24 pollici – ottimale per chi vuole avere un’esperienza visiva

In questa recensione del miglior monitor 24 pollici ti informiamo in dettaglio sulle caratteristiche a cui dovresti prestare attenzione.
Da
recensito da
Recensito da
Ultimo aggiornamentoUltimo aggiornamento: Novembre 22, 2021
Casamoree è supportato dal lettore. Possiamo guadagnare una commissione attraverso i prodotti acquistati utilizzando i link in questa pagina. Scopri di più sul nostro processo qui
Casamoree è supportato dal lettore. Possiamo guadagnare una commissione attraverso i prodotti acquistati utilizzando i link in questa pagina. Scopri di più sul nostro processo qui
Un buon monitor è ottimale per chi vuole avere un'esperienza visiva, che sia soddisfacente e non strettamente inerente ai Nell'annus horribilis della pandemia, gli italiani si sono riscoperti appassionati videogiocatori per vincere l'ansia e lo stress da restrizioni e lockdown. Per la prima volta, infatti, nel 2020 il mercato dei videogames ha superato la soglia dei 2 miliardi di euro facendo registrare un'impennata del 21,9% rispetto all'anno precedente.. Ben sappiamo che oggi giorno la fruizione delle immagini non è solo ad appannaggio esclusivo della classica televisione. Ci sono molte App, quali Prime Video, Netflix e simili (senza dimenticare YouTube): la loro fruizione cresce di giorno in giorno. Tutta questa copiosità di fonti può richiedere un monitor, che sia adatto alle diverse esigenze. Andiamo a vedere insieme qual è il miglior monitor 24 pollici, di cui avete bisogno, per essere al top nella vostra visione.
Tabella

TOP 5 Migliori Monitor 24 pollici – ottobre 2021

1.

BenQ ZOWIE XL2411KIl Meglio del Meglio

Features
  • Tecnologia del pannello: TN LCD
  • Risoluzione: 1920×1080
  • Frequenza: 144 Hz
  • Input lag: n.d.
  • Consumo di energia: 45 W
  • Connessioni: 3,5 mm Out, DisplayPort 1,2, HDMI 2,0 x 2, HDMI 1,2 x 2
  • Regolabile in altezza: 155 mm

Se siete dei videogiocatori tenetevi forte, perché questo sicuramente è il prodotto adatto a voi. Su certi monitor spesso si ha la problematica che alcuni passaggi del gioco perdono in nitidezza di immagine: questa invece è una caratteristica importante per essere coinvolti nell’azione del momento e vivere con partecipazione quello che state facendo. Con questo monitor, con funzionamento a 144 Hz con PC, la fluidità del movimento è assicurata. Le esperienze vivibili a 120 Hz sono invece per le console Sony e Nintendo di ultima generazione (per essere chiari con la PS5 Trusted Source Come acquistare PlayStation 5 – Il Messaggero A partire da fine 2020, finalmente è arrivata sul mercato PlayStation 5, l’attesa console di nona generazione di Sony. Hai sentito dire che quest’ultima è in grado di fare “magie”, sia in termini tecnici che sotto molti altri punti di vista, ad esempio relativamente al feedback restituito dal controller DualSense. www.aranzulla.it e ancora, per la Nintendo, la Xbox Series X).

Parliamo della parte hardware: l’insieme è estremamente compatto, questo implica maggior stabilità, ma anche un maggiore spazio d’azione e movimento per i gamers.

Cosa ci è piaciuto:

  • Ci piace anche il fatto che questo monitor è stato studiato principalmente per i giocatori . Ha la tecnologia DyAc+, che permette, quindi, di avere una frequenza di aggiornamento molto veloce. Questo è direttamente proporzionale al fatto che la vostra immagine sarà nitida. Perfetto se avete un gioco d’azione molto veloce o un gioco a sparatorie.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • I giocatori più attenti all'immagine lamentano il fatto che il pannello TN, che normalmente ha una buona velocità e un refresh molto rapido, abbia una perdita nella qualità dei colori. Si potrebbe migliorare questo aspetto.
RELATED: TOP 7 Migliori Monitor da gaming – Divertimento ad alta definizione!
2.

Samsung Monitor CF39 (‎C24F396)Miglior Rapporto Qualità/Prezzo

Features
  • Tecnologia del pannello: VA LCD
  • Risoluzione: 1920×1080
  • Frequenza: 60 Hz
  • Input lag: 4 ms
  • Consumo di energia: 18 W
  • Connessioni: VGA, HDMI, 3,5 mm Out
  • Regolabile in altezza: no

La peculiarità di base di questo monitor è che potete usarlo per i videogiochi, come per la visione televisiva o delle vostre serie preferite da qualsiasi fonte, fra cui anche Netflix. Il fatto che sia curvo vi darà l’impressione di essere al cinema, avvolti dall’immagine. Quando il monitor è così curvo, la visione è molto coinvolgente.  Infatti, permette di non perdere luminosità ai bordi e mantenere, quindi, più contrastati, i neri e i colori, con ovviamente una migliore visione.

Samsung ha pensato a tutte le esigenze e, infatti, ha applicato l’eye saver. Che cosa vuol dire? Vuol dire che c’è un’ emissione minore di luce blu e che procura meno fastidio ai vostri occhi. L’occhio è soggetto alla luce blu, anche nell’ambiente naturale circostante. La differenza per cui è maggiormente nociva quella dello schermo o del monitor, è il fatto che l’occhio è particolarmente fermo e attento alla visione di un’immagine, per cui si chiude meno frequentemente. Questo implica uno sforzo maggiore della retina e della cornea, che diventa più secca.

Cosa ci è piaciuto:

  • Questo monitor è dotato della tecnologia AMD FreeSync. Se siete soprattutto dei giocatori apprezzerete questa caratteristica. Vediamo brevemente in che cosa consiste: è la capacità dello schermo di aggiornarsi a una frequenza variabile chiamata VRR, che implica una migliore definizione della grafica dell'immagine questo è fondamentale soprattutto se siete dei videogiocatori.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Alcuni consumatori hanno lamentato la presenza di troppo black bleeding. Questo aspetto è abbastanza caratteristico di tutti i monitor, a eccezione fatta di quelli di tecnologia OLEC. Quelli LCD sicuramente ce l'hanno. Il black bleeding solitamente identifica delle fasce di luce, che tendono a presentarsi agli angoli o lateralmente, a seguito della retroilluminazione.
3.

Dell S2421NX Scelta del Budget

Features
  • Tecnologia del pannello: IPS LCD
  • Risoluzione: 1920×1080
  • Frequenza: 75 Hz
  • Input lag: 4 ms
  • Consumo di energia: 12 W
  • Connessioni: HDMI x 2, 3,5 mm Out
  • Regolabile in altezza: no

Questo monitor è perfettamente adatto soprattutto per il PC, ma riesce a soddisfare anche altre vostre esigenze di tipo quotidiano. La sua risoluzione è di 1920 x1080 pixel e funziona in FULL HD LCD. È dotato della tecnologia AMD FreeSync.  Ciò che vi renderà ancora più partecipativa la visione è il fatto che ha una cornice estremamente sottile, per cui la visione è a tutto schermo.

Analogamente a quanto ha fatto Samsung con l’eye saver,  che permette quindi di diminuire la l’impatto dell’occhio con la luce blu, anche questo produttore ha creato il  Comfort View,  che altri non è che la stessa tecnologia applicata dalla Samsung, semplicemente chiamata diversamente. Abbiamo quindi controllo sull’emissione della luce blu, soprattutto quando l’occhio, come abbiamo detto, è fisso e tende ad avere maggiore impatto a livello di retina.

Cosa ci è piaciuto:

  • Ci piace il fatto che abbia ben due possibilità di integrazione HDMI, il che vuol dire che potete passare da una visione in streaming del vostro programma preferito, a giocare, il tutto senza dover cambiare nulla. Perfetto per chi vuole avere tutte le comodità a portata di mano.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Alcuni hanno lamentato il fatto che parte del malfunzionamento volte di questo monitor potrebbe essere dato dal fatto che, probabilmente, non è stato testato perché differentemente presenterebbe l’adesivo che certifica il fatto che sia stato provato.
4.

LG 24ML600SMigliori Connessioni

Features
  • Tecnologia del pannello: IPS LCD
  • Risoluzione: 1920×1080
  • Frequenza: 75 Hz
  • Input lag: 5 ms
  • Consumo di energia: 20 W
  • Connessioni: VGA, HDMI x 2, 3,5 mm Out
  • Regolabile in altezza: no

Il monitor  ha i bordi sottili che vi permettono di non avere disturbi sulla visualizzazione. Inoltre, il sistema Maxi Audio, che lo caratterizza, vi permetterà di avere un suono nitido e pulito, perfetto sia per le azioni di gioco che per la visione di qualsiasi programma voi vogliate. Si aggiunge a questo la tecnologia AMD Syncfree, tanto apprezzata dai  videogiocatori, che ben sanno quanto sia importante la qualità della nitidezza dell’immagine, soprattutto quando sono in un’azione concitata.

Quello che ci piace particolarmente è il fatto che la retroilluminazione si disattiva nel momento in cui i cristalli liquidi sono in spostamento. Questo che cosa significa? Che  l’immagine non  può matematicamente risultare sfocata,  perché i fotogrammi non si sdoppiano e non si raddoppiano. Anche nei passaggi più veloci avrete nitidezza massima.

Cosa ci è piaciuto:

  • Dedichiamoci adesso ai giocatori: la tecnologia AND Freesync è il top perché l’immagine non viene in qualche modo spezzata dando effetti di tearing, ovvero di scatti. La scheda video, che mette in funzionamento questa tecnologia, è da abilitare sul monitor attraverso il menu apposito. Il refresh dinamico di questa tecnologia è accessibile per le porte HDMI.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Essendo una tecnologia LCD, che i videogiocatori definiscono un po’ obsoleta, capita che da lontano i più attenti possano vedere delle griglie, solo su predeterminati colori. Per i più pignoli lo schermo è solo inclinabile e non si può alzare o abbassare.
5.

ASUS VZ249HE Miglior design

Features
  • Tecnologia del pannello: IPS LCD
  • Risoluzione: 1920×1080
  • Frequenza: 76 Hz
  • Input lag: 5 ms
  • Consumo di energia: 14,75 W
  • Connessioni: HDMI, VGA
  • Regolabile in altezza: no

Quando parliamo di Asus siamo di fronte a garanzia di qualità. Nella parte più stretta  questo monitor arriva a misurare 7 mm. La visione è ampia grazie alle cornici ridotte al minimo che lasciano spazio allo schermo. Ha un’angolazione fino a 178°. La retroilluminazione del LED evidenzia i colori. Chi lo dovesse usare con il PC sarà molto avvantaggiato dalla trasmissione nitida dell’immagine, soprattutto se si deve occupare di video e foto editing, dove la cromia da verificare è sempre un elemento fondamentale.

Come nei migliori monitor moderni è dotato di una tecnica che non danneggia la retina, perché controlla l’emissione del blu. La somma del fatto che il blu sia controllato e, analogamente, l’immagine non crei sfarfallio, non sforza l’occhio. Una bella immagine trasmessa e con queste attenzioni alla cura dell’occhio, sono sicuramente il modo giusto per avare una visione sana e piacevole.

Cosa ci è piaciuto:

  • Quando parliamo di Asus siamo di fronte a garanzia di qualità. Nella parte più stretta questo monitor arriva a misurare 7 mm. La visione è ampia grazie alle cornici ridotte al minimo che lasciano spazio allo schermo. Ha un’angolazione fino a 178°. La retroilluminazione del LED evidenzia i colori. Chi lo dovesse usare con il PC sarà molto avvantaggiato dalla trasmissione nitida dell’immagine, soprattutto se si deve occupare di video e foto editing, dove la cromia da verificare è sempre un elemento fondamentale.
  • Come nei migliori monitor moderni è dotato di una tecnica che non danneggia la retina, perché controlla l’emissione del blu. La somma del fatto che il blu sia controllato e, analogamente, l’immagine non crei sfarfallio, non sforza l’occhio. Una bella immagine trasmessa e con queste attenzioni alla cura dell’occhio, sono sicuramente il modo giusto per avare una visione sana e piacevole.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Alcuni lamentano il fatto che la risoluzione potrebbe sembrare sgranata una volta attaccato il PC. Al fine di risolvere questo problema, bisogna impostare la nitidezza sul PC e regolarla in base alle vostre aspettative. Siccome la soluzione non è immediata, questo potrebbe essere indicato dall’azienda come vademecum di istruzioni.

Cose da considerare

Comprare un monitor oggi è una delle scelte vincenti, per il semplice fatto che non avrete solo uno strumento che vi permetterà di giocare delle partite dei vostri videogiochi in una visione più grande e coinvolgente, ma anche un supporto che vi permetterà di collegare varie fonti. Lo potrete usare per vedere le vostre foto e da usare con il vostro PC. Ancora lo potete usare per le applicazioni dello smartphone, ma potrete usarlo anche come televisore. Spesso basta un sintonizzatore integrato per avere anche questa ultima funzione e il prezzo è molto contenuto.

Ciò che è importante?

Quando si sceglie un monitor è sempre importante, come qualsiasi altra cosa, scegliere a che cosa vi serva principalmente. Nel range dei monitor ne abbiamo di varie tipologie. La prima scelta ricade sul pannello che solitamente è in LCD.

Se pensate però che tutti gli LCD siano uguali vi sbagliate. Infatti, dovrete scegliere fra:
  • Monitor a tecnologia  TN
  • Monitor a tecnologia  IPS
  • Monitor a tecnologia  VA

Non solo, bisogna, poi considerare la risoluzione che può essere:

  • HD
  • Full HD
  • 2k
  • 4k


Per i giocatori è anche molto importante considerare il refresh rate, che solitamente è supportato dalla tecnologia AMD FreeSync. Questa, come abbiamo anticipato, evita sfarfallamenti e impressioni ottiche sfuocate. Detto in parole povere questa tecnologia permette di sincronizzare lo scorrere dei frame al refresh rate, dando quindi una uniformità convincente per il vostro occhio.

Non da meno considerate il numero di porte che debba avere in base alle vostre esigenze. Analizzate anche la presenza più o meno di casse, che vi aiutino ad avere già un audio indipendente o se dobbiate aggiungere delle casse esterne. Giocare senza un volume accattivante è impensabile per qualsiasi giocatore che si rispetti!

Tecnologia del pannello

5 Migliori Monitor 24 pollici - ottimale per chi vuole avere un'esperienza visiva

In un monitor, presa una misura di 1000:1 per il contrasto, si sta indicando il rapporto delle parti bianche sulle più scure. Più è alto il rapporto delle parti bianche, quindi per esempio 6000:1, e più avremo i colori brillanti, luminosi.

Torniamo quindi ad analizzare le  tecnologie del pannello e vediamole più approfonditamente.

Patiamo dalla tecnologia TN come il monitor BenQ ZOWIE XL2411K. La caratteristica vincente di questa tipologia di monitor è il basso tempo di risposta. Allo stesso tempo questa tecnologia è anche in commercio a prezzi interessanti. I giocatori solitamente puntano a questa tipologia di monitor, anche per la capacità di riproduzione dei giochi in 3D.

C’è poi la tecnologia IPS, che troviamo per esempio nel monitor ASUS VZ249HE. Questi monitor hanno decisamente colori migliori, ma sono meno preformanti nel tempo di risposta. Questo potrebbe essere un forte handicap per i giocatori, ma decisamente è un plus per chi deve fare photo editing o video e vuole lavorare avendo una visibilità più ampia, proprio per non doversi limitare sul piccolo schermo del monitor, magari anche portatile. Quando si fa photo editing a certi livelli, anche il pixel diventa importante per cui, senza doversi accecare, questi monitor aiutano.

Il monitor a tecnologia  VA ha buona la visione e una buona angolazione, ma i colori non sono così belli come la tecnologia IPS. I refresh non sono così veloci come la tecnologia TN. Abbiamo per esempio Samsung Monitor CF39  che ha comunque dei grossi vantaggi come l’eye saver con la riduzione della luce blu.

Diagonale e altezza

La misura potrebbe essere importante per valutare anche lo spazio della vostra postazione, che potrebbe essere sulla scrivania di casa o dello studio. Importante è la diagonale del visore, quindi la distanza da angolo ad angolo. Solitamente vengono indicate la larghezza e l’altezza, ma se si dovesse sapere la diagonale e, malauguratamente, non fosse indicata, ve la potrete calcolare.  La  formula che vi può aiutare è il teorema di Pitagora e, se non siete molto bravi in matematica, ci sono dei software online che vi aiuteranno a calcolarla.

Risoluzione

Arriviamo ora a parlare della risoluzione. Le risoluzioni dei monitor di cui abbiamo sopra parlato sono solitamente 1920 x 1080. A questo si deve sommare la tipologia di tecnologia applicata.

  1. Partiamo dai più semplici che sono i monitor HD. Sono quelli che vi permetteranno di avere un prezzo sicuramente più interessante e hanno una risoluzione un pochino più bassa.
  2. I monitor più diffusi, invece, sono i Full HD. Abbiamo detto che partono da una risoluzione nativa di 1920 x 1080 pixel e per i giocatori sono sicuramente risoluzioni ideali, rimanendo sui 24”. Perché non superare i 24 pollici? Per il semplice fatto che comunque l’occhio, su uno schermo più grande, verrebbe affaticato notevolmente.  In ogni caso molti di questi monitor hanno studiato tecnologie di protezione dell’occhio dall’emissione della luce blu. Resta di fatto che per i giocatori la misura 24” è la suggerita.
  3. Passiamo poi ai monitor 2k, che hanno una risoluzione di 2560 x1440 e sono adatti sicuramente per i gamers, che hanno una particolare attenzione l’immagine, ma soprattutto per quei grafici video editors, che devono passare veramente tante ore di fronte al monitor, vedendo il particolare e che hanno quindi bisogno di analizzare le immagini ingrandite e non accecarsi. In quel caso addirittura si suggerisce un monitor sui 27 “, spazio sulla vostra scrivania permettendo.
  4. Giusto a livello di conoscenza, esistono i monitor 4K la cui risoluzione è di 3840 x 2160. Questo è il top di gamma che il mercato offre a livello di qualità di risoluzione ed è sicuramente il sogno per qualunque photo editor e video editor. Hanno un costo ovviamente più elevato.

Contrasto e colore

Il concetto di contrasti e quello di colore vanno abbastanza insieme. In un monitor, presa una misura di 1000:1 per il contrasto, si sta indicando il rapporto delle parti bianche sulle più scure. Più è alto il rapporto delle parti bianche, quindi per esempio 6000:1, e più avremo i colori brillanti, luminosi.  Più sarà basso questo contrasto, quindi prendiamo per esempio il 1000: 1 e più le sfumature saranno meno definite, tendenti al grigio, proprio perché si va a cercare una via di mezzo tra il bianco e il nero.

Frequenza

Abbiamo utilizzato più volte in questo articolo il termine refresh rate e stiamo parlando con questo di frequenza.  Che cosa si intende in parole povere? Questo concetto di frequenza semplicemente indica quante volte l’immagine viene riprodotta su un video nell’arco di un secondo. Per quanto possa sembrare una cosa astratta è una misurazione matematica fatta in Hertz.

Quando si parla di una frequenza di 144 Hz, come nel monitor BenQ ZOWIE XL2411K, stiamo parlando di una frequenza talmente alta che nell’azione del gioco dà una notevole fluidità a tutte le mosse, proprio perché continua ad aggiornarsi l’immagine, dando quindi all’occhio una sorta di continuità nella percezione dell’immagine.

Input lag

Altri parametri estremamente fondamentali, soprattutto se si sceglie il monitor per il gaming, sono l’input lag, che è comunque strettamente legato al tempo di risposta.

Detto in parole povere il tempo di risposta è il tempo che necessitano i pixel per cambiare di colore e quindi definire la nuova immagine e va di pari passo con la frequenza.

L’input lag è invece quanto ci impiega il segnale che esce dalla console o dal PC ad apparire sul vostro monitor. Deve essere ridotto per una prestazione di gioco ottimale.

Consumo di energia

Sembra banale, ma valutare il consumo di energia è molto importante per capire che impatto avrà sulla vostra bolletta il monitor. Se questo dato si analizza per tutti gli elettrodomestici c’è una sensibilizzazione maggiore e una idea chiara di dove si potrebbe andare anche  a risparmiare.

Connessioni

Essendo il monitor collegato a varie fonti esterne è sempre bene valutare quali siano le connessioni possibili. In base alle vostre esigenze, verificate quante porte HDMI ci sono, se esiste un collegamento  AVG e ciò che vi serve per usarlo al meglio.

FAQ

Il monitor full HD a 24” è sicuramente l’ideale. Bisognerebbe tenere in conto anche la frequenza per la rapidità di refresh, l’input lag e la protezione occhi con la tecnologia di minor esposizione alla luce blu. Sono comunque tutte caratteristiche molto diffuse e facilmente riscontrabili.

I monitor 24” sono buoni per la progettazione grafica, anche se sono più indicati per i gamers, che giocano anche a distanze ravvicinate e uno schermo più grosso gli darebbe fastidio. L’ideale per la progettazione grafica è un 27” con una risoluzione 2K o 4K. Ovviamente parliamo di budget ben diversi.

Il Nostro Verdetto

Ecco quelli che riteniamo essere i tre migliori monitor tra quelli che abbiamo visto. Al posto numero uno e il miglior monitor 24 pollici non possiamo che mettere BenQ ZOWIE XL2411K. Questo è quello che possiamo dire il monitor per i gamers in eccellenza. Date un occhio alla frequenza: stiamo parlando di 144 Hz da PC e 120 da console! Risoluzione ottimale  a 1920x 1080 con una tecnologia TN del monitor. Si può alzare in altezza. Inoltre, ha la tecnologia DyAc+ che vi permette un refresh delle immagini così veloce, che nelle azioni di sparatorie e inseguimenti sarete sempre incollati al vostro schermo.

Il posto numero due è sicuramente occupato da Samsung Monitor CF39 (‎C24F396). Samsung crea comunque sempre dei prodotti ottimi e questo è un monitor polifunzionale. Per questo motivo è adatto non solo per i gamers, ma anche per chi volesse vedere delle immagini da altre fonti: utilizzarlo come televisore o utilizzandolo anche per il PC. Frequenza sui 60 Hz, che comunque è ottimale anche se non elevata come il primo. In ogni caso, è perfetto per il gioco, soprattutto associato alla tecnologia AMD FreeSync, che permette ai gamers una sincronizzazione dell’immagine ottimale:  questo è un aspetto molto importante.

Al terzo posto mettiamo il Dell S2421NX, altro brand storico che garantisce qualità quando si sta parlando di monitor  PC e tutto quello che riguarda l’hardware. In questo caso abbiamo 75 Hz di frequenza, quindi migliore addirittura del Samsung, con sempre la tecnologia AMD FreeSync,  perfetta per i giocatori di game. Si aggiunge anche un’attenzione alla protezione dell’occhio con Comfort View, che minimizza la possibilità di affaticamento della retina, soprattutto in momenti di grossa partecipazione, come una partita di videogioco.

References

1.
Come acquistare PlayStation 5 – Il Messaggero
A partire da fine 2020, finalmente è arrivata sul mercato PlayStation 5, l’attesa console di nona generazione di Sony. Hai sentito dire che quest’ultima è in grado di fare “magie”, sia in termini tecnici che sotto molti altri punti di vista, ad esempio relativamente al feedback restituito dal controller DualSense.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *