8 Migliori Decoder Digitali Terrestri – Prepariamoci al Nuovo Formato

Vi proponiamo la nostra classifica di decoder digitali terrestri che vi permette di acquistare il prodotto personalizzato adatto alle vostre esigenze.
Da
recensito da
Recensito da
Ultimo aggiornamentoUltimo aggiornamento: Agosto 31, 2021
Casamoree è supportato dal lettore. Possiamo guadagnare una commissione attraverso i prodotti acquistati utilizzando i link in questa pagina. Scopri di più sul nostro processo qui
Casamoree è supportato dal lettore. Possiamo guadagnare una commissione attraverso i prodotti acquistati utilizzando i link in questa pagina. Scopri di più sul nostro processo qui
Abbiamo davvero bisogno di un decoder digitale terrestre esterno nel 2021? Certo che serve e servirà prestissimo con l’introduzione delle trasmissioni nel nuovo formato DVB-T2. I televisori più datati potrebbero risultare presto inutilizzabili, quindi meglio scoprire subito qual è il miglior decoder digitale terrestre. Nella nostra analisi abbiamo puntato l’attenzione al rispetto di questo protocollo di trasmissione, ma anche alle dimensioni e la possibilità di posizionarlo dove può dare meno fastidio. Sono state valutate le possibilità di connessione, comprese quella Wi-Fi ed Ethernet. Ci siamo premurati di capire la qualità delle immagini riprodotte e come questi apparecchi sono in grado di registrare. Andiamo quindi a presentare i modelli in sfida per il premio del miglior decoder digitale terrestre.
Tabella

TOP 8 Migliori Decoder Digitali Terrestri – agosto 2021

Features
  • Dimensioni: 12.5 x 12 x 3.5 cm
  • Peso: 0,26 Kg
  • Tipo di sintonizzazione: DVB-T/DVB-T2 Full HD
  • Collegamenti: HDMI e Scart
  • Telecomando: 2 in 1
  • Supporto WiFi USB: si

Il primo prodotto in sfida si distingue per essere davvero compatto e molto leggero. Ciò non vuol dire che l’Edision PICCO T265 manchi di particolari funzionalità necessarie per aspirare ad essere il miglior decoder digitale terrestre di questa prova comparativa. Questo modello si propone di essere un piccolo concentrato di tecnologia per dare nuova vita al tuo vecchio televisore. Vediamo se riesce nell’impresa.

Una volta tra le mani (meglio dire in una mano) l’Edision PICCO T265 appare piccolissimo, poco più grande di un pacchetto di sigarette. Sul frontale troviamo i pulsanti delle accensioni, due tasti per lo scorrimento dei canali, un display molto spartano e la presa Usb. A questa porta si può collegare un dispositivo di archiviazione oppure un’antenna wi-fi opzionale. In alternativa si possono registrare i programmi oppure collegarlo alla rete di casa. Sul retro sono presenti le prese SCART, HDMI e S/PDIF, oltre all’ingresso per l’antenna TV.

Cosa ci è piaciuto:

  • Il prodotto è davvero convincente sono molti punti di vista, perché le sue dimensioni ultra contenute permettono di posizionare l’Edision PICCO T265 praticamente ovunque. Il supporto dei formati video visualizzabili è completo e la funzione di registrazione programmata è efficiente e affidabile. In definitiva un prodotto che fa bene il suo lavoro.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Nonostante il prezzo contenuto di questo tipo di prodotti c’è comunque da aspettarsi un telecomando che abbia un design un po’ più moderno di questo. Va poi segnalato che l’uscita SCART invia un video a bassa risoluzione e non sempre visualizza correttamente le immagini, con una forte tendenza dei colori al verde. Consigliamo vivamente di utilizzare l’uscita HDMI.
2.

Xoro HRT 8719 - Ricevitore Full HD HEVC DVB-T/T2Miglior Rapporto Qualità/Prezzo

Features
  • Dimensioni: 22 x 15 x 3 cm
  • Peso: 0,5 Kg
  • Tipo di sintonizzazione: DVB-T/DVB-T2 HD
  • Collegamenti: HDMI
  • Telecomando: si
  • Supporto USB: si

Alla ricerca del miglior decoder digitale terrestre TVB-T2 andiamo a esaminare un prodotto che arriva dalla Germania e fondamentalmente specifico per il mercato tedesco. Ciò non toglie che sia possibile utilizzare lo Xoro HRT 8719 anche sui nostri televisori sul suolo italiano. Vediamo se il risultato risulta soddisfacente oppure ci sono delle difficoltà.

Si tratta di un prodotto che, pur essendo abbastanza piccolo, richiede uno spazio apposito per essere posizionato correttamente. Il frontale è decisamente minimale, con un semplice display a quattro cifre e il tasto di accensione. Sul retro le uscite video disponibili sono HDMI e RCA gialla (quest’ultima offre ovviamente un segnale video a bassa risoluzione). Sempre nel pannello posteriore è possibile collegare una periferica Usb per la registrazione dei programmi TV. Da segnalare la presenza di un decoder Irdeto di alta qualità.

Cosa ci è piaciuto:

  • Pur essendo un prodotto realizzato specificamente per il mercato tedesco lo Xoro HRT 8719 riesce a svolgere il compito richiesto in modo soddisfacente, riconoscendo tutti i canali italiani. La visualizzazione dei canali nel nuovo formato appare corretta, senza particolati difetti nella riproduzione dei colori.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Essendo un prodotto specificamente sviluppato per riconoscere i canali TV tedeschi, lo Xoro HRT 8719 non riesce a ordinare correttamente i canali italiani, quindi sarà necessario riordinarli a mano. Il manuale cartaceo è solo in lingua tedesca, mentre i menù del decoder che appaiono sullo schermo della TV sono in tedesco o in inglese. Sfortunatamente non è presente la lingua italiana. Il telecomando è completo di tutte le funzioni principali, ma il design è decisamente molto datato.
Features
  • Dimensioni: 18 x 74 x 143 mm
  • Peso: 0,09 Kg
  • Tipo di sintonizzazione: DVB-T HD
  • Collegamenti: HDMI e scart
  • Telecomando: si
  • Supporto USB: si

Ecco il prodotto presente nella scheda comparativa che vince il premio per il decoder digitale terrestre più invisibile. L’unica cosa che vedremo comparire dal retro del televisore è un piccolo ricevitore di segnali infrarossi. Per il resto vi sono alcune luci e molte ombre per un prodotto che avrebbe molti punti a favore.

Questo decoder digitale terrestre si collega direttamente alla presa SCART del televisore e grazie a un apposito snodo è perfettamente ripiegabile per ottenere il minimo ingombro anche a ridosso di una parete. Al decoder verrà collegato un ricevitore di segnali infrarossi per poter utilizzare il telecomando in dotazione.  Sono presenti le consuete prese HDMI e Usb.

Cosa ci è piaciuto:

  • Sicuramente è un prodotto che si adatta al meglio alle situazioni dove lo spazio è estremamente ridotto e lo snodo è di una comodità davvero unica e permette di collegare le periferiche Usb senza grande difficoltà.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Le dolenti note riguardano la compatibilità con il nuovo sistema DVB-T2. Le indicazioni presenti sulla scatola non sono estremamente chiare e molti acquirenti non hanno compreso bene le caratteristiche del prodotto. Le prove condotte dagli acquirenti ci dicono che questo prodotto non è compatibile con il nuovo sistema di trasmissione in arrivo. La ricezione degli attuali canali test già presenti danno esito negativo. Quindi, o verrà rilasciato a breve un apposito aggiornamento firmare, oppure a breve c’è il rischio che questo apparecchio diventi a tutti gli effetti inutilizzabile. Per questo motivo, al momento, non può essere il miglior decoder digitale terrestre DVB-T2.
4.

Strom 505 Decoder Digitale Terrestre DVB T2Piccolo e maneggevole

Features
  • Dimensioni: 17 x 10 x 3.5 cm
  • Peso: 0,458 Kg
  • Tipo di sintonizzazione: DVB-T/DVB-T2 HD
  • Collegamenti: HDMI e Scart
  • Telecomando: si
  • Supporto USB: si

Andiamo adesso a parlare di un altro decoder digitale terrestre DVB-T2 dalle ridotte dimensioni e che promette di scaldare pochissimo grazie a nuove tecnologie di raffreddamento. Lo Strom 505 si propone di fornire tutte le funzioni standard di questo tipo di prodotti a un prezzo nell’insieme conveniente.

Tra le mani lo Strom 505 risulta abbastanza piccolo da poter essere sistemato quasi ovunque, grazie anche al fatto che; in effetti; non scalda molto. Sul frontale troviamo il tasto “Power” con sopra la spia di accensione, i tasti per il cambio di canale, il display e la presa Usb. A questa porta è possibile collegare un’unità di archiviazione per vedere le foto e i video memorizzati, oltre che per registrare programmi TV a risoluzione 720×576. Sul retro invece sono presenti le uscite SCART, HDMI, coassiale e Ant Out per collegare eventualmente un videoregistratore.

Cosa ci è piaciuto:

  • Si tratta sicuramente di un prodotto interessante che è in grado di svolgere gran parte delle operazioni senza alcuna difficoltà. La sintonizzazione dei canali nel nuovo formato avviene nella stragrande maggioranza dei casi in modo corretto. Le numerose porte di uscita poste sul retro offrono una grande versatilità per collegare ogni tipo di dispositivo.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Uno dei limiti del Strom 505 è che non sempre le chiavette e gli hard disk Usb vengono riconosciuti. A volte basta riprovare, in altri casi bisogna ricorrere a qualcos’altro. La registrazione dei programmi TV avviene a una risoluzione non elevatissima, sicuramente inferiore a quella di trasmissione. In questo senso il Strom 505 non è il migliore decoder digitale terrestre per registrare.
5.

Leelbox Decoder Digitale Terrestre Hevc 10 bit DVB-T2Il migliore con timer di spegnimento

Features
  • Dimensioni: ‎19.2 x 17.3 x 5 cm
  • Peso: 0,45 Kg
  • Tipo di sintonizzazione: DVB-T2 HD
  • Collegamenti: HDMI e Scart
  • Telecomando: 2 in 1
  • Supporto USB: si

Il quinto prodotto in sfida vince il premio per il più ingombrante, ma parliamo sempre di dimensioni molto contenute. Il Leelbox Decoder Digitale Terrestre compensa questo ingombro superiore agli altri con un livello di connettività difficilmente superabile. Inoltre offre un telecomando che rispetto agli altri modelli della prova appare con un look più adeguato agli anni 2000. Andiamo a vedere nel dettaglio questo nuovo decoder digitale terrestre.

Il Leelbox Decoder Digitale Terrestre si presenta con una forma quasi quadrata e un’altezza di ben 5 centimetri. Siamo sempre nell’ambito di misure non esagerate, ma anche questo parametro deve essere considerato. Sul frontale sono presenti il tasto di accensione, quelli per il cambio di canale, la porta Usb e il display a 4 cifre. Alla porta Usb può essere collegata un’antenna Wi-Fi. Sul retro invece troviamo la più vasta scelta di opzioni di collegamento.  Oltre a classica antenna IN e OUT, sono presenti le connessioni SCART, HDMI, coassiale e anche una porta ethernet RJ45.

Cosa ci è piaciuto:

  • Si tratta sicuramente di un prodotto di buona qualità che offre un’amplissima scelta in fatto di connessioni. Ogni tipo di dispositivo troverà la porta giusta per potersi collegare. Il riconoscimento dei canali avviene nel modo corretto, salvo i rari casi, ma a volte dipende dalla qualità di ricezione del segnale. Ottimo il telecomando.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • La connessione Wi-Fi è utilizzabile purtroppo solo con Youtube, limitando così la convenienza dell’acquisto a parte dell’antenna. Come accennavamo a volte il test di funzionamento con il nuovo segnale non va a termine correttamente. La registrazione a volte non è esattamente all’altezza.
6.

Thomson Decoder Digitale Terrestre DVB-T2Il più facile da installare

Features
  • Dimensioni: 11.2 x 15.2 x 3.8 cm
  • Peso: 0,5 Kg
  • Tipo di sintonizzazione: DVB-T2 HD
  • Collegamenti: HDMI e Scart
  • Telecomando: si
  • Supporto USB: si

Il prossimo prodotto alla ricerca del miglior decoder digitale terrestre HD porta un nome che è molti anni fa molto noto e che ora orbita in una delle tante holding cinesi. Si tratta di Thomson che propone un modello molto spartano a un prezzo decisamente concorrenziale. Non resta che analizzare questo apparecchio per valutare se l’antico nome conserva almeno una parte della qualità di un tempo.

Il contenuto della confezione è un decoder digitale terrestre dalle linee pulite e alquanto minimali. La cosa in parte singolare è che il prodotto, almeno sul frontale, risulta leggermente diverso da quello che appare sulla scatola. Infatti, oltre al display, la spia di accensione e la porta Usb, sono presenti anche i pulsanti di accensione e di cambio canali. La porta Usb è utilizzabile per la visualizzazione dei video e per la registrazione, ma con alcune limitazioni di carattere geografico. Sul retro invece troviamo una presa SCART, l’uscita HDMI, una porta Ethernet RJ45 e un connettore S/PDIF.

Cosa ci è piaciuto:

  • Come abbiamo già evidenziato, si tratta di un prodotto entry level che non ha particolari pretese di essere il migliore decoder digitale terrestre DVB-T2, ma prova a fornire le funzioni base, magari per un vecchio televisore che ha ancora molto da dare. In questo caso, considerando il prezzo, il prodotto della Thomson può essere un acquisto sensato.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Una cosa che stupisce però è che a quanto pare sia impossibile utilizzare la funzione registrazione sul suolo italiano. Le istruzioni rimandano a informazioni presenti sul sito del produttore che non siamo riusciti a reperire. Infine il telecomando presente all’interno della confezione risulta di qualità non eccelsa, dando adito a dubbi sulla sua durata.
7.

Metronic 441615 Zapbox HD-SO.1.1 - Ricevitore TDT-T2 HDIl migliore con funzioni di lettura e registrazione dei file multimediali

Features
  • Dimensioni: 10.5 x 15 x 3.5 cm
  • Peso: 0,3 Kg
  • Tipo di sintonizzazione: TDT-T2 HD
  • Collegamenti: HDMI e Scart
  • Telecomando: si
  • Supporto USB: si

Nella nostra sfida tra gli apparecchi che ambiscono al miglior decoder digitale terrestre è il momento di esaminare il Metronic 441615 Zapbox HD-SO.1.1, un prodotto con caratteristiche molto specifiche. La sua tecnologia infatti è leggermente diversa dagli altri, ma proprio per questo motivo, lo può allontanare dai futuri acquirenti italiani.

L’aspetto esterno mostra un decoder digitale terrestre dalle dimensioni abbastanza contenute e dal design decisamente minimale. Sul frontale infatti non sono presenti pulsanti ma solo due spie luminose e la porta Usb. Questa porta ha l’importante funzione di riuscire ad alimentare anche gli hard disk esterni, una bella comodità. Sul retro sono presenti la connessione SCART, quella HDMI, una coassiale e un’uscita passante del segnale televisivo.

Cosa ci è piaciuto:

  • Questo è un prodotto che nasce per utenti che hanno poche esigenze e quindi ogni parte di questo apparecchio ha precisi limiti. L’unico dettaglio davvero interessante è la possibilità di registrare i programmi in alta risoluzione. Si tratta di una funzionalità molto interessante che lo mette in prima fila per il premio di miglior decoder digitale terrestre per registrare. Molto comoda l’uscita passante per il collegamento eventuale di un videoregistratore.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Purtroppo però dobbiamo segnalare la grave difficoltà (che al momento è impossibilità) di utilizzare questo decoder digitale terrestre per il prossimo arrivo della tecnologia DVB-T2, perché fondamentalmente pensato per il mercato francese. Al momento non vi sono comunicazioni ufficiali in merito ad aggiornamenti firmware in grado di risolvere la situazione. Per questo motivo vi consigliamo di attendere aggiornamenti prima di procedere all’acquisto di questo apparecchio.
8.

Diprogress DPT203HD DVB-T2Connessione LAN con WebApps

Features
  • Dimensioni: 16.8 x 11.8 x 3.7 cm
  • Peso: 0,1 Kg
  • Tipo di sintonizzazione: DVB-T/DVB-T2 HD
  • Collegamenti: HDMI e Scart
  • Telecomando: si
  • Supporto USB: si

L’ultimo prodotto della nostra tabella è il Diprogress DPT203HD, un decoder digitale terrestre che offre ad un prezzo contenuto le principali funzioni che si richiedono per poter rivitalizzare un televisore che tra pochi mesi potrebbe essere pensionabile. Il futuro formato di trasmissione infatti mette in pericolo la funzionalità di questi apparecchi. Per questo motivo la ricerca del migliore decoder digitale terrestre DVB-T2 è molto frenetica in questi mesi. Vediamo nei dettagli le funzionalità di questo modello.

Il Diprogress DPT203HD dal punto di vista estetico si presenta pulito e sobrio. Il frontale presenta i tradizionali pulsanti di accensione e di cambio canale, il display e la porta Usb. Sul retro è si trovano invece la presa SCART, la connessione Ethernet RJ45, l’uscita HDMI e quella passante per il segnale TV. Dal punto di vista tecnico è dichiarata la conformità ai parametri DVB-T2.

Cosa ci è piaciuto:

  • La buona notizia è che le pagine test 100 e 200 del digitale terrestre vengono visualizzate correttamente senza alcun difetto. La qualità delle immagini riprodotta e sicuramente buona per un prodotto di questa fascia di prezzo. La registrazione dei programmi televisivi è di buona qualità e i file sono visualizzabili senza difficoltà da un computer.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Uno dei problemi maggiori riscontrati con il Diprogress DPT203HD riguarda la sua alta sensibilità alla potenza del segnale in entrata. Nel caso vi trovate in zone dove il segnale televisivo è un po’ debole, potreste trovarvi in difficoltà con la visione dei programmi. Questa difficoltà si riverbera soprattutto in fase di registrazione. I file registrati poi vengono segmentati automaticamente in parti di un gigabyte.

Cose da considerare

Dopo aver esaminato ben otto prodotti alla ricerca del miglior decoder digitale terrestre è il momento di darvi alcuni importanti consigli. In questa breve guida vi spiegheremo quali sono i parametri fondamentali da considerare prima di procedere all’acquisto di un particolare modello. Seguiteci e scoprirete i particolari che fanno di un prodotto il miglior decoder digitale terrestre DVB-T2. E ricordate che quello che fa per voi non è detto che sia il migliore per noi. Le esigenze sono spesso molto diverse.

Ciò che è importante?

Uno dei parametri sicuramente decisivi per questo tipo di apparecchi è la sua longevità. Sebbene siano apparecchi dal costo tutto sommato esiguo, non è certo un buon motivo per sprecare soldi. Nel caso della situazione italiana è davvero molto importante acquistare un prodotto che aderisca alla perfezione al protocollo di trasmissione DVB-T2 che verrà a breve introdotto. Questo permetterà al vostro vecchio televisore di avere ancora una lunga vita. Prodotti come lo Strom 505 Decoder Digitale Terrestre DVB T2 permettono di avere un’ottima fedeltà dell’immagine. Un altro dettaglio non trascurabile è la qualità del telecomando. Sappiamo bene che con una cifra così modesta non bisogna aspettarsi qualcosa di qualità sopra la media. In ogni caso però è importante avere nelle proprie mani uno strumento che sia realmente in grado di funzionare qualche anno. Inoltre anche la disposizione dei comandi deve essere sensato ed ergonomico. Questo fattore non incide certamente sul prezzo di fabbricazione. La registrazione è uno dei punti focali per individuare il miglior decoder digitale terrestre DVB-T2. Non solo la registrazione deve essere di un livello adeguato. È assolutamente fondamentale che il formato in cui viene registrata la trasmissione sia poi visibile correttamente su qualsiasi computer o dispositivo mobile. Un prodotto come il Diprogress DPT203HD, avendo a disposizione un segnale potente in ricezione, è in grado di realizzare registrazioni di buona qualità. Infine anche la dotazione di porte disponibili ha la sua valenza. Ovviamente più vene ne sono è più saranno le possibilità di collegare il decoder digitale terrestre a periferiche di diverso tipo.

Qualità dell’immagine e suono

8 Migliori Decoder Digitali Terrestri – Prepariamoci al Nuovo Formato

Nel momento in cui ci sarà il passaggio alla nuova tecnologia di trasmissione DVB-T2 si prospettano due nuovi scenari per i vecchi televisori non dotati del decoder integrato necessario. Per quanto riguarda i televisori che supportano basse risoluzioni non ci saranno grandi cambiamenti, in quanto la capacità di riprodurre trasmissioni ad alta risoluzione è gravemente limitato. Quello che è importante in un decoder digitale terrestre DVB-T2 è che abbia la possibilità di cambiare il formato di visione. Ricordiamo che i televisori più datati hanno un fattore di forma di 4:3 e non 16:9 o 16:10 o altri ancora più schiacciati e allungati. È quindi importante che il decoder sia in grado almeno in parte di adattare l’immagine ai televisori di vecchia data. Per quanto riguarda i televisori più recenti ma sprovvisti del corretto decoder, la situazione è molto diversa e la qualità dell’immagine inviata diventa importante. Questi televisori, anche se non supportano pienamente l’alta risoluzione, sono in grado di visualizzare le immagini in modo eccellente, se il decoder invia una trasmissione di livello adeguato. Come ben si capisce il decoder deve essere in grado di fornire immagini di elevata qualità ed essere in grado di gestire momenti in cui la potenza del segnale in arrivo non è la migliore. Nel caso di un decoder troppo sensibile alla qualità del segnale le immagini saranno spesso e volentieri sgranate e con i colori non esattamente fedeli. Allo stesso tempo sarà importante che il suono sia riprodotto correttamente. Questo vuol dire che il decoder deve essere in grado, in particolare tramite l’uscita HDMI, di inviare un suono stereo di qualità per i televisori più recenti. Nessuno pretende un qualche tipo di effetto surround, ma almeno un audio molto soddisfacente.

Servizi Internet supportati

Alcuni decoder digitale terrestre sono in grado di supportare alcuni dei più popolari servizi internet, come ad esempio YouTube. Per poter utilizzare questo tipo di servizi è necessario che il decoder sia collegato ad internet e questo dettaglio non è così scontato. Innanzitutto dobbiamo avere una fornitura casalinga di linea internet o poter sfruttare i Gigabyte a disposizione del nostro smartphone. Poi il decoder deve essere in grado di connettersi a questo tipo di linea. Gli strumenti disponibili sono due, il primo è un collegamento di rete ethernet. Per connettersi direttamente al router casalingo il decoder deve avere sul retro la tradizionale porta RJ45 comune a tutti gli apparecchi che si possono collegare a una rete. In questo modo avremo la certezza di avere la massima velocità di internet disponibile nel nostro appartamento. L’alternativa è la possibilità di collegare un’antenna Wi-Fi Usb. Come sappiamo tutti i decoder digitale terrestre hanno una porta Usb per collegare un’unità di archiviazione per registrare o vedere film e immagini presenti su quel dispositivo. Alcuni modelli di decoder permettono anche di collegare a quella porta un’antenna WiFi per collegarsi senza bisogno di cavi alla rete di casa o al proprio smartphone. Va specificato che non tutto i decoder offrono questa possibilità. Tra i modelli in sfida uno di quelli che supportano questa opzione è l’Edision PICCO T265. Un’importante avvertenza riguarda la posizione del decoder. Sarà molto importante, prima di posizionarlo definitivamente, di fare alcune prove per capire se l’antenna riceve un segnale di potenza sufficiente per riprodurre sul televisore i filmati di YouTube. Vi sono poi decoder in grado d’installare anche alcune applicazioni, ma andiamo su prodotti dal prezzo ben diverso rispetto a quelli presenti nella nostra prova.

Design, dimensioni, peso

8 Migliori Decoder Digitali Terrestri – Prepariamoci al Nuovo Formato

I prodotti che sono presenti nella nostra tabella comparativa hanno un prezzo relativamente contenuto, quindi sarebbe oltremodo ingiusto pretendere particolari voli pindarici in fatto di design. Ciò nonostante non è insensato pretendere delle forme perlomeno sobrie e che permettano un uso più che comodo dell’apparecchio. Il premio del miglior decoder digitale terrestre dal minore spazio occupato va al Decoder Digitale Terrestre HD Mini Dvb T2 USB Hdmi Presa Scart che ripiegandosi su sé stesso diventa un corpo unico con il retro del televisore. Ma anche l’Edision PICCO T265 non scherza con le sue dimensioni ridottissime. Come sappiamo bene ormai al televisore vengono collegati un numero davvero notevole di periferiche che devono trovare il loro posto senza generare grande confusione nei pressi del mobile TV. Per questo motivo anche una forma non troppo originale è assolutamente ben accetta. Le linee più arrotondate in certi casi proprio non aiutano. Se acquistiamo un decoder digitale terrestre con supporto per antenna Wi-Fi Usb sarà importante scegliere il posto giusto dove posizionarlo. Altrimenti c’è il rischio che l’antenna, collegata alla porta Usb frontale, finisca per disturbare la visione delle immagini. Per quanto riguarda il peso va detto che siamo di fronte ad apparecchio che non creano particolari problemi. Il peso maggiore è costituito dalle porte di connessione poste sul retro. Generalmente il peso di questi apparecchi non supera il mezzo chilogrammo, quindi un decoder digitale terrestre DVB-T2 non crea soverchi problemi.

FAQ

Una delle più interessanti funzioni del decoder digitale terrestre risiede nella porta Usb presente generalmente sulla parte frontale. A questa porta è possibile collegare una chiavetta Usb o anche alcuni hard disk con grande spazio di memorizzazione. Queste unità di archiviazione possono essere utilizzate per registrare i programmi TV che vengono trasmessi. Tutti i decoder hanno integrata questa funzione che è accessibile tramite l’apposito menù. Una volta entrati nell’apposita sezione basterà selezionare il canale e l’orario di partenza e di fine registrazione. A questo punto non dovremo fare altro, se non guardare in seguito quanto registrato dal decoder. Ovviamente è possibile registrare direttamente la trasmissione desiderata utilizzando i comandi presenti sul telecomando.

Molti decoder presenti sul mercato italiano, soprattutto quelli più economici, hanno una provenienza diversa e non sempre sono esattamente pronti per gli utenti del nostro paese. Quindi non è infrequente trovarsi tra le mani un apparecchio che per prima cosa non ha un manuale in lingua italiana. Spesso si trova in altre lingue come quella inglese. A volte però, cercando con un po’ di pazienza, sul sito internet del produttore si trova il manuale in italiano. Stesso discorso vale per i menù che troviamo sullo schermo quando colleghiamo il decoder alla TV. Spesso il decoder ha tutte le indicazioni in lingua italiana, ma a volte dobbiamo accontentarci della lingua inglese. In questo caso, se non si è pratici della lingua, ci vorrà un po’ di pazienza per capire bene ogni funzione disponibile.

Il Nostro Verdetto

Il premio del migliore decoder digitale terrestre va senza dubbio all’Edision PICCO T265, Full High Definition DVB-T2. Si tratta di un prodotto dalle dimensioni ridottissime che però ha al suo interno tutto quello che possiamo desiderare. Oltre a una vasta scelta di porte è presente la predisposizione per l’antenna Wi-Fi, opzione assolutamente non scontata in questa fascia di prezzo. A questo si uniscono le prestazioni davvero eccellenti in fatto di visualizzazione delle immagini, anche in formato DVT-T2.  Al secondo posto troviamo lo Xoro HRT 8719 – Ricevitore Full HD HEVC DVB-T/T2 che offre un’ottima qualità di ricezione anche in situazioni di segnale non perfetto. Inoltre va segnalato per la presenza dell’elettronica necessaria per la decodifica del segnale Irdeto. Al terzo posto troviamo della classifica del miglior Decoder Digitale Terrestre il Mini Dvb T2 USB Hdmi Presa Scart, che per il suo essere assolutamente invisibile si presenta come uno dei più interessanti della prova. Va comunque considerato che al momento questo apparecchio non supporta pienamente il protocollo DVB-T2, quindi c’è da attendere un eventuale aggiornamento firmware.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *