Come Togliere Il Silicone Dalle Piastrelle In Modo Facile e Veloce

La piccola istruzione su come togliere il silicone dalle piastrelle con i metodi più efficaci
Da
recensito da
Recensito da
Ultimo aggiornamentoUltimo aggiornamento: Ottobre 04, 2022
Casamoree è supportato dal lettore. Possiamo guadagnare una commissione attraverso i prodotti acquistati utilizzando i link in questa pagina. Scopri di più sul nostro processo qui

Come togliere il silicone dalle piastrelle? Qui trovate una piccola guida pratica sulla rimozione rapida, agevole, sicura e alla portata di tutti!

Cosa è il silicone e in quale ambito viene utilizzato

Come Togliere Il Silicone Dalle Piastrelle In Modo Facile e Veloce

Quante volte abbiamo sentito parlare del silicone ma non abbiamo alcuna idea di cosa sia e in quale ambito venga utilizzato? Il silicone è un polimero, un composto sintetico, inerte, contenente al suo interno silicio combinato a idrogeno, carbonio e ossigeno. Trattandosi di un prodotto utilissimo ed economico, v iene spesso utilizzato non solo nelle industrie e nelle costruzioni, ma anche all’interno delle nostre abitazioni. Avete presente i vetri delle vostre finestre? Sono stati sigillati con il silicone! Avete presente il vostro box doccia? È stato sigillato con il silicone, probabilmente un silicone con doppia protezione contro le muffe. E le piastrelle? Anche loro trattate con il silicone!

Perché rimuovere il silicone

Nonostante il silicone sia progettato per durare diversi anni, con il passare del tempo, specie se non si utilizza un buon silicone, potrebbero insorgere vari problemi. Quali problemi? Il silicone potrebbe annerirsi, soprattutto in bagno e in cucina, oppure perdere la sua efficacia o direttamente usurarsi. Inoltre, in alcuni ambienti, specialmente quelli più umidi, potrebbero manifestarsi problemi con le muffe (prevenire è meglio che curare, scopri come impedire la formazione di muffe con l’utilizzo di un deumidificatore)

Operazioni preliminari

In primis bisognerà capire se il silicone è usurato o semplicemente annerito da muffe e funghi. Nel caso di muffe e funghi, sarà possibile intervenire con rimedi naturali come bicarbonato, succo di limone, aceto bianco e aceto citrico. Se invece il silicone ha perso efficacia, elasticità oppure risulterà usurato, allora sarà necessario un piccolo lavoro di rimozione e restauro.

Quali strumenti usare

Gli strumenti necessari per la rimozione del silicone sono pochi e fortunatamente poco costosi:

  • Guanti.
  • Un raschietto per la rimozione “meccanica” del silicone.
  • Alcool etilico (o in alternativa acetone, acqua ragia e aceto da cucina) o solventi professionali.
  • Pistola termica per i siliconi più duri da trattare e rimuovere.

Come rimuovere il silicone dalle piastrelle

Piastrelle a parete

Rimuovere il silicone dalle piastrelle è un’operazione abbastanza agevole e alla portata di tutti. Prima di tutto dobbiamo assicurarci di effettuare una pulizia accurata di tutta la zona interessata al nostro intervento. Dopodiché, una volta indossati i guanti, procediamo ad ammorbidire il silicone presente nelle piastrelle con l’utilizzo di prodotti appositi: possiamo tentare con rimedi naturali come aceto bianco o alcool etilico oppure direttamente con un solvente professionale. Qualunque sia la nostra scelta, dopo averlo ammorbidito, procediamo con l’utilizzo di un raschietto e andiamo a rimuovere tutto il silicone, iniziando a raschiare lungo entrambi i bordi per poi sollevarlo e rimuoverlo in maniera definitiva. Non sempre il silicone è così semplice da rimuovere: in certi casi potremmo ritrovarci di fronte ad un silicone indurito che, nonostante l’utilizzo di solventi professionali, non tende minimamente ad ammorbidirsi. In questo caso procederemo con l’utilizzo di una pistola termica (noi consigliamo la pistola termica Bosh Universal heat 600, potente e affidabile) regolata al minimo che sarà utile per “sciogliere” il silicone e rimuoverlo con estrema facilità.

Come Togliere Il Silicone Dalle Piastrelle In Modo Facile e Veloce

Piastrelle a pavimento

Anche la rimozione del silicone dalle piastrelle del pavimento è pressochè identico al procedimento precedente. Solo che, avendo a che fare con superfici più delicate, bisognerà pazientare e procedere con estrema cautela, cercando di applicare prodotti non particolarmente aggressivi che potrebbero macchiare o danneggiare il pavimento.

Il metodo più usato per la rimozione del silicone

Il metodo più utilizzato è senza dubbio quello più rapido, ovvero quello che prevede l’utilizzo della pistola termica: nel giro di pochi istanti è capace di sciogliere anche il silicone più duro e permette una rimozione rapida e senza tanti sbattimenti dovuti all’utilizzo prolungato di raschietti e solventi vari.

Cosa fare dopo la rimozione del silicone

Terminata la rimozione del silicone, ora bisognerà occuparci dei restanti residui ancora presenti nelle piastrelle. Anche in questo caso sarà possibile rimuoverli attraverso l’utilizzo di un raschietto, di un cutter o di un coltello, facendo sempre molta attenzione a non graffiare le piastrelle adiacenti. Ora che le piastrelle non hanno più alcun residuo, prima di utilizzare il nuovo silicone (mi raccomando, in caso di stanze umide la scelta deve sempre ricadere su un silicone antimuffa), assicuriamoci di trattare le zone interessate con uno spray anti-muffa.

FAQ

  1. Come lavare le mani dopo rimozione di silicone?

Se non avete seguito i nostri consigli e avete effettuato il lavoro senza guanti, ora potreste avere qualche difficoltà a rimuovere i residui di silicone dalle vostre mani. Ma niente paura, nella maggior parte dei casi sarà sufficiente sciacquare le mani con acqua calda e sapone. In alternativa, strofinare delicatamente le mani con alcol o acetone. Sapete che esiste un rimedio della nonna anche per i residui di silicone tra le dita? Il metodo consiste semplicemente nello strofinare energicamente le mani su una busta di plastica e magicamente i residui scompariranno via!

  1. Quanto costa la rimozione del silicone

Se scegliamo il metodo casalingo, muniti di raschietto e solventi fai da te, la rimozione del silicone costerà esattamente una manciata di € (praticamente solo il costo dei guanti e del nuovo silicone) ma dovremo mettere in conto tanta, tanta, tanta pazienza! Se invece scegliamo il metodo più rapido con l’utilizzo di una pistola termica, il prezzo tenderà a salire, ma oltre a non dover faticare per rimuovere il silicone indurito, sarà possibile completare i lavori in maniera estremamente rapida.

  1. La rimozione del silicone è un processo facile?

Si, togliere il silicone dalle piastrelle è un procedimento estremamente facile che richiede solamente tempo, pazienza e tanta manualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *