7 Migliori Gin -Un Regalo Gradito

Dovresti leggere attentamente il nostro articolo per essere in grado di comprendere appieno quali sono le caratteristiche principali che dovresti prendere in considerazione quando vai a comprare le tue prossime bottiglie di migliori gin
Da
recensito da
Recensito da
Ultimo aggiornamentoUltimo aggiornamento: Giugno 24, 2021
Casamoree è supportato dal lettore. Possiamo guadagnare una commissione attraverso i prodotti acquistati utilizzando i link in questa pagina. Scopri di più sul nostro processo qui
Casamoree è supportato dal lettore. Possiamo guadagnare una commissione attraverso i prodotti acquistati utilizzando i link in questa pagina. Scopri di più sul nostro processo qui
Avete appena finito una stressante settimana lavorativa e vi volete premiare con un meritato cocktail? Perché non affidarsi allora ai migliori gin presenti sul mercato per gustare aromi e fragranze che vi lasceranno completamente soddisfatti. Saper distinguere un buon gin da uno mediocre è di fondamentale importanza, soprattutto quando avete intenzione di acquistare una bottiglia per fare un regalo gradito o anche per poterla bere in compagnia, durante una cena tra amici. Se volete essere sicuri di avere per le mani i migliori gin e non rischiare brutte figure, vi consigliamo vivamente di continuare nella lettura e farvi un’idea di quello che sarà il vostro prossimo acquisto per voi o come regalo per una persona speciale.
Tabella

Top 7 Migliori Gin Test 2021

1.

Tovess Dry GinIl Meglio del Meglio

Features
  • Tipologia: destillate, secco
  • Gradazione: 41.5%
  • Composizione: scorze di lime e pompelmo
  • Paese di origine: Regno Unito, Birmingham
  • Contenuto: 70 cl

Migliore adatto per: gin tonic e altri cocktail rinfrescanti

Ottimo gin secco con una gradazione di 41,5% proveniente dal Regno Unito, per la precisione da Birmingham.

Un gin perfetto per chi voglia gustare un ottimo gin tonic o anche altri cocktail particolarmente rinfrescanti in buona compagnia. Le scorze di lime e pompelmo daranno una giusta freschezza per una serata social davvero molto piacevole.

Cosa ci è piaciuto:

  • Quello che ci è piaciuto particolarmente è di certo un sapore deciso e il suo carattere secco, che è l’ideale anche per essere gustato esattamente così com’è, senza necessariamente dover aggiungere un’altra bevanda per poterne assaporare al meglio il suo gusto. Interessante anche la gradazione del 41,5% che riteniamo essere esattamente il perfetto mix di gradevolezza e percentuale alcolica. Particolarmente apprezzabile anche il gusto delle scorze di lime e di pompelmo che donano una piacevole freschezza.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Non abbiamo granché di cui poterci lamentare, anche se riteniamo che, a seconda delle eventuali altre bevande che andremo ad associare questo tipo di gin, dato anche il forte sentore di lime e di pompelmo, non sarà possibile includere qualsiasi tipo di altra bevanda, di sciroppo o altri elementi che rischiano di contrastare con un sapore di agrumi tanto deciso. Basterà tuttavia scegliere la combinazione giusta e avrete sicuramente per le mani un’ottima bevanda.
2.

Z44 Gin RonerMiglior Rapporto Qualità/Prezzo

Features
  • Tipologia: destillate, secco
  • Gradazione: 44%
  • Composizione: bacche di ginepro, radice di violetta, radice di coriando, genziano, buccia d’arancia e semi di cardamomo, altre erbe e fiori alpine e mediterranei
  • Paese di origine: Austria, Trentino-Alto Adige
  • Contenuto: 70 cl

Migliore adatto per: gin tonic equilibrato e una base per i cocktail

Gin secco che offer una gradazione di 44% e che proviene dall’Austria e dal Trentino-Alto Adige.

Un’ottima scelta per chi volesse preparare un cocktail o anche gustarlo da solo, per assaporare le sue molte note a base di erbe e fiori alpini e mediterranei. Un profumo intenso e avvolgente che vi conquisterà.

Cosa ci è piaciuto:

  • Sicuramente la cosa che ci ha colpito di più è la vasta composizione che comprende bacche di ginepro, la piacevolezza della radice di violetta, il carattere deciso della radice di coriandolo, le bucce d’arancia e i semi di cardamomo e tutte quelle altre erbe che donano un profumo intenso e un sapore particolarmente fresco al palato, al momento che lo si assapora. La gradazione è adeguata e consta del 44%. Apprezzabile da solo ma anche combinato con altri ingredienti.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Non che non ci sia piaciuto il suo gusto secco, ma data la composizione decisamente molto variegata e ricca di erbe e altri ingredienti, potrebbe risultare un po’ difficile combinarlo in maniera soddisfacente ad altre bevande. È tuttavia possibile creare dei cocktail molto equilibrati e assolutamente godibili. Bisognerà impegnarsi a equilibrare bene le diverse aggiunte che vorrete apportare a questo gin complesso e soddisfacente e non avrete alcun tipo di problema.
3.

Tanqueray GinScelta del Budget

Features
  • Tipologia: London, secco
  • Gradazione: 43.1%
  • Composizione: quattro erbe, ginepro, coriandolo, angelica e liquirizia
  • Paese di origine: Regno Unito
  • Contenuto: 70 cl

Migliore adatto per: gin tonic equilibrato e una base per i cocktail

Tipologia di gin secco con una gradazione di 43,1% proveniente dal Regno Unito e dal carattere deciso.

Il gin perfetto per chi voglia preparare un gin tonic equilibrato o qualsiasi altro cocktail che si sposi particolarmente bene con il coriandolo, l’angelica e anche con la squisita liquirizia.

Cosa ci è piaciuto:

  • Tra le cose che ci sono di certo piaciute di più in questo gin, possiamo citare sicuramente la sua ricca composizione che comprende ben quattro erbe, il ginepro, il coriandolo, l’angelica e anche della squisita liquirizia. Adatto da bere liscio, data la sua piacevolezza al palato, è comunque capace di integrarsi perfettamente con altri ingredienti per realizzare degli ottimi cocktail ogni volta che ne avrete voglia e vorrete gustare qualcosa di particolarmente buono.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Si tratta di fatto di un gin con una gradazione alcolica in linea con altre tipologie, capace di adattarsi bene anche a determinati cocktail, qualora ne aveste voglia, ma se dobbiamo trovare una nota stonata in questa sinfonia, andremmo a scegliere quella del coriandolo, che non è sempre apprezzato da tutti e che nel lungo periodo potrebbe davvero stufare. Assicuratevi quindi che il coriandolo faccia al caso vostro prima di acquistare questo gin, altrimenti forse è meglio lasciar stare e passare ad altro.
4.

Hendrick's GinMiglior Hendrick’s Gin

Features
  • Tipologia: destillate
  • Gradazione: 44%
  • Composizione: ginepro, radice di angelica, cardamomo, pepe di Giava, scorza d’arancia, iris germanica, coriandolo, scorza di limone, fiori di camomilla, sambuco, cumino dei prati
  • Paese di origine: Regno Unito, Scozia
  • Contenuto: 70 cl

Migliore adatto per: deve essere bevuto solo puro o con acqua per un momento clou, mettete una fetta di cetriolo nel bicchiere

Gin dal carattere deciso e dalla gradazione di 44% proveniente dal Regno Unito e dalla Scozia, capace di convincere anche oltremanica.

Il gin che deve essere consumato necessariamente puro, per poter conservare tutta la sua armonia di note profumate e fresche. Perfetto per gli amanti della camomilla, del sambuco e dell’iris germanica. Profumi di scorza d’arancia e di angelica per un momento di totale piacere del palato.

Cosa ci è piaciuto:

  • Una gradazione alcolica molto convincente e al di là di questo ci è piaciuta particolarmente la fusione tra diversi agrumi come arancia e limone, con dei sapori un po’ più delicati che vengono rappresentati, in questo caso, da sambuco e camomilla. Data la particolarità di questo gin e le diverse note che potrete e avrete sicuramente modo di apprezzare, sarebbe meglio gustarlo da solo, completamente puro o con un po’ di acqua. Evitare quindi di mischiarlo ad altri ingredienti per non rischiare di rovinarlo.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Molto probabilmente è proprio questo incredibile mix di sapori diversi, particolarmente ricchi e talvolta anche pungenti, basti pensare al pepe di Giava, il punto debole di questo comunque ottimo gin. Il fatto di non poter aggiungere alcun tipo di ingrediente, perché di fatto risulterebbe essere davvero eccessivo, limitano un po’ quello che comunque è e resta un prodotto di altissima qualità, ma che è destinato a restare solo e va preso così com’è.
5.

Bombay Sapphire Sunset GinMigliore London Gin

Features
  • Tipologia: London, secco
  • Gradazione: 43%
  • Composizione: 10 botanicals caratteristiche di Bombay Sapphire 3 nuovi ingredienti: CARDAMOMO BIANCO INDIANO, CURCUMA E SCORZA DI MANDARINO della Murcia
  • Paese di origine: Regno Unito
  • Contenuto: 70 cl

Migliore adatto per: accompagnare con una fetta d’arancia e dell’anice stellato per esaltarne il sapore

Squisito gin secco dalla gradazione di 43% che proviene dal Regno Unito, terra di grandissimi prodotti.

Un gin che va gustato così com’è e può essere accompagnato da una fetta d’arancia e dall’anice stellato, che ne esalta il sapore. 10 botanicals tutti da assaporare, con curcuma e scorza di mandarino che donano una nota di freschezza e piacevolezze.

Cosa ci è piaciuto:

  • La composizione di questo gin è sicuramente il suo punto di forza, almeno se siete degli amanti delle fragranze e dei sapori indiani. Quello che ci è piaciuto davvero tanto è un ottimo mix tra il cardamomo bianco indiano e la scorza di mandarino della Murcia, che dona a questo gin secco e deciso una nota aromatica che sarà sicuramente particolarmente apprezzata dagli estimatori dell’arancia e dell’anice stellato, che non solo si sposano a meraviglia, ma sono anche in grado di esaltarne il sapore.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Anche in questo caso la particolarità e tutto sommato anche la bontà di questo gin sono il suo più grande limite, poiché sarà difficile riuscire ad abbinare questa particolare combinazioni di aromi e sapori con altri ingredienti, per non rischiare di coprire tutta la meravigliosa bontà che questo prodotto è in grado di offrire se gustato senza alcun tipo di aggiunta. Insomma, scordatevi di poter preparare dei cocktail, perché il risultato non è affatto soddisfacente.
6.

Monkey 47 Schwarzwald Dry GinMigliore Gradazione

Features
  • Tipologia: non filtrato, secco
  • Gradazione: 47%
  • Composizione: 47 ingredienti
  • Paese di origine: Germania
  • Contenuto: 50 cl

Migliore adatto per: liscio o con acqua tonica e una fettina di pompelmo

Un gin non filtrate e secco dalla notevole gradazione di 47% che viene dalle decise terre della Germania.

La cosa migliore da fare con questo gin è gustarlo così com’è, o al massimo con un po’ di acqua tonica ed eventualmente una fettina di pompelmo. Vi sfidiamo a riconoscere tutti i 47 ingredienti, qualitativamente ottimi, che compongono questo capolavoro.

Cosa ci è piaciuto:

  • Un gin dal carattere sicuramente molto forte e che sa davvero farsi valere grazie all’alto numero di ingredienti dai quali è compost. Pensate che stiamo parlando addirittura di ben 47 ingredienti differenti e che dei palati sopraffini saranno sicuramente in grado di discernere e apprezzare quando avranno modo berlo liscio oppure accompagnato da un po’ di acqua tonica, con la quale effettivamente riesce a fare un’ottima figura. Interessante anche con l’aggiunta di una fetta di pompelmo. Assolutamente da provare.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Se non si è particolarmente amanti del pompelmo, cosa che in effetti è da tenere in considerazione, o dell’acqua tonica, è bene sapere che questo tipo di gin non andrebbe mischiato a nient’altro e proprio il fatto di doverlo bere liscio, potrebbe far storcere il naso a qualcuno. Inoltre, l’alto numero di ingredienti dai quali è composto, potrebbe risultare di difficile comprensione se si ha un palato non particolarmente allenato e rischia di risultare un po’ pretestuoso.
7.

Bulldog London Dry GinMigliore Contenuto

Features
  • Tipologia: London, secco
  • Gradazione: 40%
  • Composizione: sentori delle bacche di ginepro, accompagnati da piacevoli note di dragon eyes, fiore di loto, papavero e lavanda
  • Paese di origine: Regno Unito
  • Contenuto: 70 cl

Migliore adatto per: base per numerosi cocktail, come il tradizionale Gin Tonic

Un buonissimo gin secco abbastanza leggero, con soli 40% che proviene dal Regno Unito.

Questo gin può essere la base perfetta per la preparazione di tantissimi cocktail, tra questi sicuramente il più famoso: il gin tonic. Sentirete di sicuro le note di drano eyes, di fiore di loto, di papavero e anche di lavanda.

Cosa ci è piaciuto:

  • Un gin che ci ha fatto apprezzare le piacevoli note di dragon eyes su tutto. Certo, anche gli altri ingredienti, come il fiore di loto, il papavero e la lavanda sono stati sicuramente apprezzati, ma la particolarità che ci ha colpito è sicuramente quella dei dragon eyes. Risulta essere un gin non eccessivamente alcolico e proprio per questo motivo sarà anche possibile mischiarlo ad altri ingredienti per un ottimo cocktail in vista dell’estate e non solo.

Cosa potrebbe esserci di meglio:

  • Qualcuno potrebbe additarlo come un gin un po’ leggerino, data la sua effettivamente non altissima percentuale alcolica. Tuttavia, potrebbero esserci dei risvolti positivi anche in questa che è una leggera nota dolente, poiché sarà più facile combinarlo con un altro alcolico, nel caso in cui non si voglia gustarlo da solo e si preferisca un cocktail. Particolarmente presente l’aroma della lavanda, che non sempre è apprezzata dal grande pubblico e potrebbe dare fastidio.

Cose da considerare

Per essere certi di acquistare una bottiglia di gin di qualità molto buona, che sia in grado di soddisfare il vostro palato o quello delle persone alle quali avete pensato di destinare un regalo particolare e particolarmente sentito, vi consigliamo vivamente di continuare nella lettura, per poter capire fino in fondo quali siano le caratteristiche principali di cui dovreste tenere conto quando andrete ad acquistare la vostra prossima bottiglia di gin.

Gin-che cosa è in realtà?

Quando parliamo di gin, parliamo fondamentalmente di una bevanda fermentata da determinati cereali che possono essere tendenzialmente orto, frumento o granturco. È possibile aromatizzare questa bevanda con l’utilizzo di altre erbe e le più frequenti tra queste sono gli agrumi, determinate bacche, fiori e altri ingredienti che sono in grado di impreziosire una bevanda davvero molto particolare e apprezzata in tutto il mondo.

Il gin infatti è uno degli alcolici sicuramente più bevuti, e che può essere associato a diverse altre bevande, in modo da creare dei cocktail particolarmente gustosi, da poter bere in qualsiasi periodo dell’anno.

Ciò che è importante?

7 Migliori Gin -Un Regalo GraditoTra le cose più importanti che vanno considerate quando parliamo di gin, ci sono sicuramente la fase di distillazione, che segue una precisa e rigida procedura che vede coinvolti degli alambicchi di rame e tutta una serie di attrezzature antiche ma ancora performante.

Oltre alla fase di distillazione, naturalmente bisogna valutare anche dove si sia andati a recuperare quelli che sono gli ingredienti principali per la creazione di questa meravigliosa bevanda e ultima, ma non per questo meno importante, la fase di conservazione, che determinerà il gusto finale di ogni gin.

Tipologia

Esistono fondamentalmente diverse tipologie di gin, alcune regolamentate dalla legge, altre invece che hanno un’origine culturale profonda e che talvolta non vengono nemmeno commercializzate.

Tra queste, le tipologie più comuni con le quali potreste avere a che fare sono: Dry Gin, London Dry Gin, Sloe Gin, Distilled Gin, Plymouth Gin oltre a tutta una serie di gin non ufficiali che qualche abitante di un piccolo paese del Regno Unito potrebbe farvi scoprire.

Gradazione

La gradazione di un buon gin si attesta intorno ai 42/47 gradi, come ad esempio il Hendrick’s Gin con 44% di alcol. Sicuramente non dovrebbe scendere al di sotto dei 37,5%, dato che anche la legge potrebbe intervenire in questi casi.

Ci sono comunque alcuni gin che hanno volutamente una gradazione alcolica un po’ più bassa della media, attorno ai 40 gradi, per renderli più appetibili ad eventuali mix con altri ingredienti al fine di creare dei cocktail molto buoni e particolari.

I gin che invece hanno una gradazione particolarmente alta, andrebbero gustati in totale autonomia, senza che vi siano altri ingredienti che ne possano inficiare in qualche modo il gusto e l’aroma.

Composizione

7 Migliori Gin -Un Regalo GraditoIl gin è una bevanda completamente incolore che viene ricavata di fatto da alcuni cereali o anche da una patata che viene messa a macerare assieme ad altre erbe o bacche. Talvolta non si disdegnano nemmeno alcuni tipi di radice o piante varie.

Paese di origine

Il primo vero e proprio assaggio di quello che poi sarebbe diventato a tutti gli effetti il gin, lo dobbiamo alla Scuola Medica Salernitana, che è stata la prima a produrre una bevanda, ancora da sgrezzare, ma che comunque rimanda al gin moderno.

Verso la metà dei Seicento, però, fu l’Olanda a dedicarsi maggiormente alla produzione e anche alla diffusione del gin, tanto che l’Inghilterra se ne innamorò ben presto e iniziò a consumarne in grande quantità. Oggi il Tanqueray gin è ad esempio uno dei gin inglesi più famosi.

Contenuto

Sicuramente all’interno del gin deve esserci del ginepro, e in particolare sotto forma di bacche, altrimenti non potrebbe chiamarsi in questo modo.

Tra gli ingredienti più comuni che possono essere trovati all’interno di moltissimi gin, ci sono sicuramente gli agrumi (arancia, mandarino, pompelmo) e il più delle volte anche altre erbe che fanno da contorno e riescono ad accrescere l’aroma e la fragranza della bevanda.

In qualche caso un po’ più particolare si possono trovare anche liquirizia, lavanda e papavero.

Suggerimenti per il miglior uso

Dipende molto naturalmente dal tipo di gin che andrete a bere. Alcune tipologie, già ricche di aromi e ingredienti per conto loro, andrebbero bevute lisce o al massimo con l’aggiunta di un po’ di acqua in un momento ben preciso.

Altri gin si sposano perfettamente con altri alcolici e ingredienti vari per creare un cocktail fenomenale da gustare in compagnia o da soli.

FAQ

Sebbene il gin abbia dimora tra il Regno Unito e l’Olanda e venga accasato solitamente ad uno di questi paesi, sembrerebbe che l’origine, di quello che possa essere definito un prototipo del gin, sia dovuto alla Scuola Salernitana, capace di sperimentare e creare un prodotto che assomigliava di fatto al gin più moderno. Certo, il Regno Unito e l’Olanda hanno comunque avuto il merito di sviluppare e armonizzare una bevanda rudimentale e renderla anche piuttosto popolare nel mondo, quindi anche a queste due nazioni vanno dati i giusti riconoscimenti quando si parla di gin e dello sviluppo storico che ha avuto negli anni.

Di certo sarà possibile organizzarsi per poter preparare il proprio gin in totale autonomia e sicurezza, all’interno di un luogo adeguato, sia per quanto riguarda la preparazione che per quanto concerne la fase di conservazione del prodotto. Bisognerà naturalmente adeguarsi alle leggi del proprio paese in materia di produzione di bevande alcoliche e garantire una polizia è un’igiene non solo dell’ambiente circostante, ma anche delle bottiglie all’interno delle quali andrete a mettere il prodotto finito. Insomma, tecnicamente è assolutamente possibile fare il gin da soli, ma che vogliono delle accortezze e delle strumentazioni che potrebbero ostacolare il vostro spirito di iniziativa e favorire, piuttosto, l’acquisto di un’ottima bevanda già presente sul mercato.

Il Nostro Verdetto

Tovess Dry Gin è il gin di Birmingham che va inserito per forza di cose tra i migliori gin in assoluto Le sue scorze di lime e di pompelmo vi doneranno una sensazione di freschezza e il suo gusto secco vi conquisterà di certo. Perfetto per la creazione di cocktail rinfrescanti e di un classico gin tonic.

Con il gin Z44 Gin Roner avrete non solo il miglior rapporto qualità/prezzo, ma vi porterete a casa uno dei gin più interessanti presenti sul mercato. Una base equilibrata per i vostri cocktail e il profumo delle erbe sapranno di certo donarvi un piacere fresco e intenso.

Tanqueray Gin è invece il gin che vi consigliamo se volete stare un po’ attenti al budget, ma avere comunque per le mani un prodotto capace di adattarsi maginificamente ai cocktail e donarvi delle note aromatiche molto particolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *